Menu

Collezioni / MONACHELLA

MONACHELLA

Lampade

Design: Luigi Caccia Dominioni, 1953

La lampada Monachella prende il nome dal copricapo delle monache che con calma e serenità compiono il proprio dovere, tra lavoro e preghiera. Il riferimento alle monache non si ferma soltanto alla forma, che ritroviamo immediatamente nel paralume leggermente inclinato verso il basso.

Infatti Luigi Caccia Dominioni ha preso spunto anche dall’atteggiamento delle monachelle, con la loro presenza discreta e lo sguardo rivolto verso il basso. La lampada sembra guardare con umiltà a quello che deve illuminare: un libro in lettura, un oggetto speciale, un angolo particolarmente caro che vogliamo sottolineare. La lampada Monachella “ora et labora”, si alza e si abbassa diligentemente lungo lo stelo, fino ad arrivare esattamente dove la sua luce è necessaria. Più che una semplice lampada per la lettura (come dichiara l’estensione dello stelo) la possiamo interpretare come un vero o proprio oggetto per la meditazione. Monachella è stata disegnata nel 1953, proprio negli anni in cui Caccia Dominioni ha realizzato il Convento e l‘Istituto della Beata Vergine Addolorata a Milano, residenza di un ordine religioso femminile. Chissà che l’ispirazione per questo oggetto non sia venuta proprio dagli incontri tra architetto e committenti di quell’opera tanto solida quanto spirituale.

SCHEDA PRODOTTO

MONACHELLA

pdf

89,2 KB

download

DATI TECNICI

Lampada da terra

D_LP3 [Download]

Asta

ottone o ottone cromato

Riflettore scorrevole

alluminio verniciato

Basamento

ghisa verniciata

Puntale

feltro

FINITURE

Metalli

0055N

Verniciato nero

0580T

Finitura ottone

0600C

Finitura cromata

0799M

Finitura grigio metallizzato

Download

2D_DWG_MONACHELLA

zip

55,3 KB

3D_3DS_MONACHELLA

zip

1,5 MB

3D_DWG_MONACHELLA

zip

2,5 MB

3D_OBJ_MONACHELLA

zip

3,1 MB

AZUCENA_CATALOGO_2018

zip

2,3 MB